BIOGRAFIA CAN YAMAN

SERIE TV CAN YAMAN

PREMI CAN YAMAN

Sul Set di Bay Yanlış con Can Yaman – 3 Cenerentole e un “Piccolo Principe” a İstanbul: una favola divenuta realtà

Sul Set di Bay Yanlış con Can Yaman – 3 Cenerentole e un “Piccolo Principe” a İstanbul: una favola divenuta realtà.

“Can Yaman Aslan” è la rappresentazione perfetta di un’amicizia nata sotto il segno dello Scorpione, o meglio di Can Yaman.

Siamo 4 donne: Camilla, Sabrina, Titti e Loredana. Proveniamo da quattro regioni diverse e distanti: Piemonte, Veneto, Lazio e Lombardia.

Grazie alla passione che abbiamo in comune, e per arricchire il nostro blog “Can Yaman Aslan” e quello food di Camilla “La Cascata dei Sapori”, abbiamo pianificato un viaggio a Istanbul, che a causa del Covid-19 è stato più volte rimandato.

La pandemia ci ha fatto modificare i nostri piani iniziali, ma poi abbiamo scelto il periodo perfetto, la terza settimana di settembre.

Purtroppo però Lory ha dovuto rinunciare al viaggio programmato per forze di causa maggiore dovute prima al suo lavoro e poi a questioni famigliari importanti.

Il 14 settembre 2020 inizia la nostra avventura verso İstanbul.

Dopo un’accurata scelta degli orari dei voli, affinché potessimo raggiungere la nostra destinazione in contemporanea o quasi, siamo pronte per partire, Camilla e Sabrina da Venezia mentre Titti da Roma.

Sul Set di Bay Yanlış con Can Yaman – 3 Cenerentole e un “Piccolo Principe” a İstanbul: una favola divenuta realtà.

Il Nostro primo incontro con Can Yaman sul Set di Bay Yanlış. Cos’è? E’ una magia?! – 1° Giorno a İstanbul

PRIMO GIORNO a İstanbul:

Siamo arrivate all’Aeroporto di İstanbul nel primo pomeriggio. Con il taxi abbiamo raggiunto il nostro Hotel, che è adiacente alla splendida e movimentata Piazza Taksim.

Dopo una sistematina veloce, siamo subito andate sul set di Bay Yanlış, che quella sera era situato presso l’Alancha Restaurant che nella serie prende il nome di “La Laguna” il nuovo locale del protagonista Özgür Atasoy.

Lì dopo ore di attesa, tanti çay caldi e qualche pezzetto di börek, abbiamo avuto il nostro primo incontro con Can Yaman e alcuni attori del cast.

Per questo magico momento e anche per tutti gli altri a venire, abbiamo dedicato un articolo più approfondito, ricco di avvenimenti, curiosità ed emozioni.

Saranno presto pubblicati qui sul blog e potrete leggerli attraverso i link che troverete al termine di ogni riassunto delle nostre giornate trascorse nella splendida İstanbul.

SECONDO GIORNO a İstanbul:

Il mattino seguente, dopo una colazione turca consumata nel nostro hotel e un assaggio di questa città, siamo andate sul set presso l’abitazione di Özgür Atasoy cioè il Brandium nel quartiere di Ataşehir.

Abbiamo avuto la fortuna di scattare le fotografie con alcuni degli attori maschili come Serkay, Anıl, Uğur e Gürgen.

Poco dopo è arrivato anche Can, un po’ di corsa, perché doveva prepararsi per le scene successive da registrare. Malgrado ciò, ha fatto foto e video con tutti i presenti scambiando anche simpatiche battute.

Nel pomeriggio abbiamo avuto modo di scambiare due parole con Özge Gürel e incontrato la dolcissima Cemre Gümeli.

Mentre eravamo ancora presenti sul set, Can ha rilasciato un’intervista in italiano. Abbiamo atteso che terminasse, l’abbiamo salutato nuovamente e siamo rientrate in hotel.

E’ stata una giornata memorabile, che resterà impressa nelle nostri menti e nel nostro cuore.

TERZO GIORNO a İstanbul:

Il mercoledì mattina abbiamo girovagato per la città ricercando molte location della Serie TV Bay Yanlış.

Nel pomeriggio siamo state alla fabbrica della Tudors per fotografare il grande cartellone dedicato a Can Yaman.

Quel giorno non si poteva andare sul set perché blindato.

La sera abbiamo cenato a Bebek in un graziosissimo locale e, dopo una breve passeggiata lungo il Bosforo, siamo rientrate in hotel.

QUARTO GIORNO a İstanbul:

Il giovedì mattina ci siamo incamminate dal nostro hotel per arrivare al Ponte di Galata passando per İstiklal Caddesi.

Lì abbiamo gustato un Balık Ekmek al volo ammirando le coste dall’altra parte del Bosforo.

Intanto, navigando in rete ed analizzando i particolari delle Instagram Story postate dallo staff, abbiamo individuato la location del giorno e ci siamo andate.

E’ uno dei più bei quartieri della città: Kadıköy pieno di localini, vie strette e casette.

Lì sedute ad un tavolino a gustare Salep e cioccolatini, abbiamo visto passare diversi protagonisti della serie sia davanti che dietro la macchina da presa.

Le riprese sono terminate nel tardo pomeriggio per spostarsi nuovamente al Brandium.

Noi siamo andate in hotel, ci siamo cambiate e siamo tornate per un ultimo saluto a Can e al set.

Quella stessa sera abbiamo abbiamo potuto finalmente incontrare un altro protagonista della fiction ossia Tesla, il magnifico cane di Özgür.

QUINTO GIORNO a İstanbul:

Il venerdì mattina siamo andate alla ricerca delle location di DayDreamer – Le Ali del Sogno (Erkenci Kuş) e di Bitter Sweet: Ingredienti d’Amore (Dolunay): la Torre di Leandro, Les Ottomans Hotel, la Casa di Ferit Aslan etc…

Nel pomeriggio, invece, siamo andati a Balat con una guida molto ma molto speciale che, non solo ci ha fatto da cicerone, ma ci ha anche scattato delle foto meravigliose.

Successivamente e sempre in sua compagnia, siamo andate in un locale ai piedi della Torre di Galata per uno spuntino.

Dopo via con lo shopping fino all’inizio della puntata previsto per le 20,00 ora turca che abbiamo visto nella nostra camera d’albergo.

Al termine siamo uscite nuovamente per andare ad Ortaköy, e fare un’ultima meravigliosa foto a questa città che entra sottopelle per raggiungere il cuore ed avvolgerlo in un abbraccio imprescindibile.

SESTO E ULTIMO GIORNO a İstanbul:

Adesso è giunto il momento di spiegare la scelta del titolo così particolare a questo articolo.

Praticamente durante tutto il viaggio, non abbiamo tenuto conto degli orari, insomma abbiamo vissuto momento per momento ogni giornata.

Abbiamo quasi sempre incontrato Can intorno alla mezzanotte (ecco perché Cenerentole) e anche le nostre cene sono avvenute tardissimo, dopo il set, quando l’orologio già batteva i secondi di un nuovo giorno, quello successivo.

“Piccolo Principe” perché tra i tanti regali che gli abbiamo portato dall’Italia c’era anche il libro di questo racconto.

L’ultima sera dopo una Çorba al volo, siamo corse a nanna, sveglia alla 4.00 per tornare a casa.

Ciao Istanbul, torneremo presto!

Sul Set di Bay Yanlış con Can Yaman – 3 Cenerentole e un “Piccolo Principe” a İstanbul: una favola divenuta realtà

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuti Protetti