BIOGRAFIA CAN YAMAN

SERIE TV CAN YAMAN

PREMI CAN YAMAN

Giornata sul Set di Bay Yanlış a Kadıköy e l’ultimo abbraccio a Can Yaman

Giornata sul Set di Bay Yanlış a Kadıköy e l’ultimo abbraccio a Can Yaman

Giovedì 17 settembre 2020

Questa mattina, dopo aver fatto colazione, aspettavamo notizie su dove registrassero, ma per una serie di inconvenienti, legati soprattutto alla rete del cellulare, non sapevamo nulla.

Abbiamo così deciso di fare una bellissima camminata per Beyoğlu, da Piazza Taksim alla Torre di Galata.

In questa via, Istikal per essere precise, ci sono molti negozi, compresi quelli Tudors dove già campeggiavano le foto di Can Yaman.

In questa strada transita il caratteristico Galatasaray tram, ci sono i venditori di Simit ai lati della strada (ma li abbiamo visti anche in mezzo alle carreggiate a quattro corsie a rischio della vita tra le macchine che sfrecciano a tutta velocità).

Giornata sul Set di Bay Yanlış a Kadıköy e l’ultimo abbraccio a Can Yaman

Camminando e guardandoci attorno, potevamo ammirare i colori delle pasticcerie, percepire i profumi del Baklava e dei Lokum, farci rapire dai negozi di çay pieni di bicchieri e teiere di ogni genere e per tutte le tasche.

Il tempo era scandito dal richiamo del Muezzin proveniente dalla varie moschee. Ma quello che ci ha molto colpito è il grande rispetto per gli animali, e non poteva essere diversamente, dato che tutte e tre ne abbiamo: Sabry ha un cane, Cami e Pry i gatti.

Ad Istanbul ci sono tantissimi randagi ma per loro ci sono sempre cibo ed acqua a volontà posizionati in appositi contenitori nel massimo rispetto del decoro urbano e dell’igiene.

Giornata sul Set di Bay Yanlış a Kadıköy e l’ultimo abbraccio a Can Yaman

Tra salite e discese, arriviamo alla Torre di Galata, ex prigione del V secolo, ed ora ristorante con vista mozzafiato sulla città.

Sempre camminando, siamo giunte al Ponte di Galata o dei Pescatori, alla cui base, oltre che godere di una vista meravigliosa, nei numerosi ristoranti si posso gustare degli squisiti panini con il pesce chiamati balık-ekmek.

Giornata sul Set di Bay Yanlış a Kadıköy e l’ultimo abbraccio a Can Yaman

Nel mentre, controllavamo le Instagram stories degli addetti al set e così, attraverso una semplicissima insegna di un caffè, abbiamo individuato il locale ma su “Google” ne riportava tre e in zone diverse della città.

Abbiamo deciso si metterci in marcia iniziando da quello più vicino rispetto al nostro hotel, ovvero quello di Kadıköy e arrivate lì, con grande stupore per essere state così fortunate, abbiamo subito individuato i mezzi della produzione e di colpo gridando abbiamo bloccato il taxi su cui eravamo arrivate.

Giornata sul Set di Bay Yanlış a Kadıköy e l’ultimo abbraccio a Can Yaman

I camper erano posizionati in una via laterale molto stretta dove era assolutamente vietato il passaggio ma, nella stradina di fronte si poteva sostare e, da lì, la visuale era perfetta.

Questa è una zona deliziosa, con pavimenti lastricati e tanti localini; ne abbiamo scelto uno accorgendoci solo successivamente che, alle nostre spalle, c’erano le telecamere vicino ad una strana costruzione in legno (solo più tardi scopriremo essere il nuovo studio di Deniz).

Giornata sul Set di Bay Yanlış a Kadıköy e l’ultimo abbraccio a Can Yaman

Sedute al bar all’angolo potevamo osservare il viavai di attori e tecnici; così sorseggiando çay e mangiando dolcetti tipici, abbiamo visto di nuovo la bellissima Özge che ci ha salutate calorosamente come ci avesse riconosciute, quindi è passata “Cansu” e poi la simpaticissima “zia Fitnat” con cui abbiamo fatto diverse foto e scambiato qualche battuta.

Nel frattempo ci ha viste lo scenografo che ci ha raggiunte al tavolo e, mentre era lì con noi, lo abbiamo informato che avevamo un piccolo pensiero per il regista che, però, avevamo lasciato in hotel.

Al termine delle riprese, anche il regista Deniz Yorulmazer si è seduto con noi scattando foto esilaranti.

Giornata sul Set di Bay Yanlış a Kadıköy e l’ultimo abbraccio a Can Yaman

In quel preciso momento abbiamo scoperto che Can sarebbe stato al Brandium per le ultime riprese serali, prima della pausa del venerdì (che per loro è un giorno “festivo”).

Così siamo andate in hotel, ci siamo cambiate per la serata, avevamo prenotato un tavolo al Ruby, cena super veloce e poi via “all’appartamento di Özgür”. Ci aspettava una serata a dir poco magica.

Al nostro arrivo abbiamo visto che erano presenti alcune fan, a dire il vero più curiose che motivate.

Noi ormai eravamo praticamente di casa; infatti ci hanno subito offerto il tè facendoci accomodare nella loro area ristoro.

Giornata sul Set di Bay Yanlış a Kadıköy e l’ultimo abbraccio a Can Yaman

Nel frattempo è arrivata la stupenda Tesla, il cane di Özgür, con la sua padrona e abbiamo fatto foto e video anche con lui (perché è un maschio).

Quindi è arrivato anche il regista Deniz, che ci è venuto proprio incontro, al quale siamo riuscite finalmente a consegnare il nostro pensiero. Intanto passavano le auto con gli attori che man man andavano via: Deniz, Cansu, Serkay e Özge.

Giornata sul Set di Bay Yanlış a Kadıköy e l’ultimo abbraccio a Can Yaman

Alle 23,30 è sceso Can, ha fatto delle veloci foto con le altre ragazze presenti, quindi è venuto verso di noi. Gli abbiamo chiesto se avrebbe gradito fare un po’ di video di saluti e lui naturalmente si è prestato.

E da questo momento una risata dietro l’altra: lui che ascolta quello che diciamo per ripeterlo, noi che non riusciamo a fare il video (anche il telefono si paralizza di fronte a Can Yaman) e lui che ci indica come procedere prendendo addirittura il dito e mettendolo bene in posizione, poi facendoci dei selfie che però vengono scuri. Allora Can dice: “Non vanno bene! Sono da rifare….”.

Insomma un spasso! Poi gli chiediamo una foto da solo e lui, un po’ sorpreso dalla richiesta, esclama “OK” mettendosi in posa. Sapevamo che quello sarebbe stato l’ultimo scatto, dato che il venerdì avrebbero fatto una pausa dal set per riposare, e noi saremmo andate liberamente in giro per la città senza disturbarlo oltre, prima di ripartire il sabato mattina all’alba.

Can ha preso alcune cose dal camper e poi è salito nell’auto guidata da Ömer per andare a casa, ha tirato giù il finestrino e ci ha salutate con la mano.

Giornata sul Set di Bay Yanlış a Kadıköy e l’ultimo abbraccio a Can Yaman

Abbiamo chiesto cortesemente di chiamarci un taxi e, dopo essersi assicurati che ci portasse direttamente in hotel perché era tardi, siamo venute via con un velo di tristezza e qualche lacrima.

La nostra serata si è conclusa al ristorante del “nostro amico Osman” con un dopo cena leggero.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuti Protetti