BIOGRAFIA CAN YAMAN

SERIE TV CAN YAMAN

PREMI CAN YAMAN

Viola Come Il Mare IL CAST COMPLETO. La Serie TV con Can Yaman e Francesca Chillemi

Viola Come Il Mare IL CAST COMPLETO. La Serie TV con Can Yaman e Francesca Chillemi

Can Yaman e Francesca Chillemi in “Viola come il Mare”. Il nostro Aslan in una nuova veste – Light Crime Lux Vide

Viola Come Il Mare: la Serie TV con Can Yaman e Francesca Chillemi / News Prima del Ciak

LUX VIDE

Lux Vide è una società leader in Europa nella produzione televisiva, dall’anima italiana e dalla spiccata visione internazionale, unica in Italia con oltre 1.000 ore di programmazione in prima serata.

Fondata a Roma nel 1992, si è da subito affermata sul mercato italiano, grazie a produzioni molto riconoscibili e di grande successo, caratterizzate da un alto standard qualitativo.

La società collabora con tutti i più importanti player dell’industria culturale: Rai, Mediaset, Sky. La serialità televisiva è l’asse portante del suo business basato su consistenza della narrazione, solidità dei personaggi, legame con il pubblico e attrattività per gli investitori.

Dalla sua costituzione, Lux Vide ha operato con una visione internazionale, sia nella ricerca dei partner che nella scelta delle storie. L’azienda diviene da subito nota in tutto il mondo per La Bibbia, con ventuno serate televisive prodotte fra il 1994 e il 2002 per Rai Uno, e vendute in 144 Paesi.

Nel 2007 viene realizzata la miniserie in quattro puntate Guerra e Pace, dal romanzo di Tolstoj, che ha visto coinvolti sette Paesi co-produttori e un investimento economico senza precedenti nel panorama televisivo europeo.

Lux Vide è la prima società italiana a vincere un Emmy Awards nel 1994 con il film TV Giuseppe dalla serie Le storie della Bibbia. Nel 2009 con la co-produzione Coco Chanel riceve invece una nomination ai Golden Globe e due nomination agli Emmy Awards (migliore serie e migliore attrice a Shirley MacLaine).

Matilde e Luca Bernabei + Management

credit: https://www.luxvide.it/

MATILDE BERNABEI PRESIDENTE

E’ energia, passione per la vita, anima di Lux Vide. Curiosa e intuitiva, è sempre in movimento verso i nuovi progetti.

Inizia a lavorare giovanissima: già giornalista del settimanale Panorama, a 21 anni entra in Asip, società attiva nella cooperazione tecnica con i Paesi in via di sviluppo, dove 3 anni dopo viene nominata segretario generale. Quest’esperienza la porta in Montedison dove, a soli 26 anni, assume l’incarico di responsabile del programma di job creation negli insediamenti industriali del Mezzogiorno, divenendo la più giovane donna dirigente d’Italia in un Gruppo industriale.

Nell’84 è nominata direttore per le strategie e i nuovi business di Iniziativa Me.Ta., holding del gruppo Montedison per il settore dei servizi e del polo di diversificazione, contribuendo a farla diventare in tre anni la terza holding finanziaria italiana.

Nell’87 assume, in qualità di AD, la responsabilità operativa de “Il Messaggero”. Questa esperienza la conduce insieme al padre Ettore Bernabei a fondare Lux Vide, dove ora ricopre la carica di Presidente, seguendo in prima persona lo sviluppo del business della società ed essendo produttore di tutta la library Lux Vide.

Nel 2019 viene nominata Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, diventando la prima donna del settore audiovisivo italiano a ricevere la più alta onorificenza al merito del lavoro.

Prevedere, condividere, innovare sono le mie parole chiave.
La sfida è costruire il nuovo, creando valore.

LUCA BERNABEI AMMINISTRATORE DELEGATO

Luca, con la sua energia innovativa e il desiderio di sfida, è la forza trainante di Lux Vide.

È sposato con Paola Lucantoni ed è padre di sei figli. Ama la sua famiglia e il suo paese, l’Italia. Nato a Roma nel 1964, si è laureato in Scienze Politiche presso l’Università La Sapienza di Roma.

Ha iniziato la sua carriera lavorando nella pubblicità delle principali agenzie italiane e delle aziende di produzione di tendenza. Nel 1994 è diventato produttore associato in Lux Vide, dove ha prodotto la serie televisiva internazionale La Bibbia.

Nel 2002, è stato nominato responsabile della produzione, prendendo in carico l’intero ciclo di lavorazione del prodotto audiovisivo, dallo sviluppo creativo alla post-produzione.

È stato quindi nominato Amministratore delegato di Lux Vide.

Ha prodotto più di 100 progetti, tra cui film in TV, serie e miniserie, come Guerra e Pace, Anna Karenina, Coco Chanel con Shirley McLaine, la serie televisiva italiana più lunga Don Matteo, la saga I Medici, con Richard Madden e Dustin Hoffman, Diavoli con Patrick Dempsey e Alessandro Borghi, Leonardo con Aidan Turner e Freddie Highmore, e DOC- Nelle tue mani, la serie più vista degli ultimi 15 anni in Italia e venduta in tutto il mondo.

Attualmente è impegnato nella produzione di diverse nuove serie e progetti per broadcaster e piattaforme, fra cui Blanca, un crime per RAI, Buongiorno Mamma un family drama per Mediaset, la nuova stagione di Diavoli per SKY e un nuovo Sandokan.

Sono un italiano innamorato dell’Italia.
Nelle nostre storie mettiamo in luce il positivo.

Viola Come Il Mare IL CAST COMPLETO. La Serie TV con Can Yaman e Francesca Chillemi

Francesco Vicario – Regista

credit: https://movieplayer.it

È un regista televisivo italiano nato a Roma il 17 novembre del 1959 ed è figlio dell’attrice Rossana Podestà e del regista e produttore Marco Vicario.

Ha studiato presso il Liceo Pareto di Losanna in Svizzera.

È fratello di Stefano Vicario, anch’egli regista. È padre dell’attrice e cantautrice Margherita Vicario, volto noto di diverse fiction.

Tra le serie più popolari che ha diretto annoveriamo “I Cesaroni” e “Che Dio ci aiuti”.

SERIE TV: Teneramente Licia, Balliamo e cantiamo con Licia, Arriva Cristina, Cristina, Cri Cri, Cristina l’Europa siamo noi, Casa Vianello, I Cesaroni – 1ª, 2ª e 5ª stagione, Piper, La ladra, S.O.S. Befana, Che Dio ci aiuti – 1ª, 2ª, 3ª, 4ª, 5ª e 6ª stagione, Finalmente soli, Un medico in famiglia – 1ª stagione, È arrivata la felicità – Dall’8º episodio.

Antonello Emidi – Direttore della Fotografia

credit: https://www.facebook.com/AntonelloEmidiCinematographer/

Nato a Roma il 20 agosto 1974. Si è formato presso l’Istituto Tecnico Cinematografico Roberto Rossellini nel 1989 e, in seguito, ha partecipato a progetti tra cui Il paziente inglese, Il talento di Mr. Ripley, The Honest Courtesan, U-571 e altri, oltre a diversi spot pubblicitari.

Dal 2006 è Direttore della Fotografia con il film Last minute Marocco.

Successivamente firma la fotografia di altri film come: American fango, Babbo Natale non viene da Nord, Né Giulietta né Romeo, Zio Gaetano è morto, The Hounting of Helena, Non me lo dire, Come trovare nel modo giusto l’uomo sbagliato, Il profumo dei gerani, Alice, Io non ci casco e Train.

Silvia Leuzzi – Sceneggiatrice

credit: https://www.instagram.com/silvialeuzza/

Nata a Nardò (LE) il 29 marzo 1990.

Dopo il diploma di Maturità Scientifica, studia Scienza e Tecnologia delle Arti e della Spettacolo.

Successivamente, frequenta a Milano, un Master di Scrittura e Produzione per la Fiction e il Cinema, poi a Roma inizia a lavorare come story editor e sceneggiatrice.

Infatti, ora è la sceneggiatrice di alcune delle serie TV più popolari: Don Matteo, Non dirlo al mio capo, Isola di Pietro e Che Dio ci aiuti 6.

Attualmente lavora per la LuxVide Finanziaria per Iniziative Audiovisive e Telematiche s.p.a.

Ha fatto tanta gavetta accompagnata sempre dalla sua tenacia e caparbietà come dichiarato in un’intervista pubblicata sul Corriere della Sera a gennaio scorso.

Elena Bucaccio – Responabile Editoriale Lux Vide

credit: https://www.luxvide.it/

Aspirante giornalista e romanziera, Elena Bucaccio decide che scrivere sarebbe stato il suo mestiere sin dai tempi dell’università. Poi, grazie a un corso Rai di scrittura televisiva, incontra lo spettacolo e scopre che il racconto televisivo è il suo mondo.

Scrive con La Città dei Matti, miniserie che racconta l’esperienza di BasagliaAltri tempi, che invece racconta l’avventura della legge Merlin. Con Francesca Archibugi scrive Romanzo Familiare.

Amante della commedia si cimenta con Tutti Pazzi per Amore e Questo Nostro Amore.

Infine, approda alla Lux, partecipando a coproduzioni internazionali come Diavoli e firmando grandi successi nazionali come Che Dio ci aiuti e Non dirlo al mio capo.

Adesso, oltre a scrivere, vuole aiutare gli altri a farlo.

Giampaolo Simi

credit: https://www.instagram.com/giampaolosimi

Nato a Viareggio il 10 settembre del 1965 e lì frequenta il Liceo Classico.

È uno scrittore, sceneggiatore e giornalista.

Arriva alla notorietà con i romanzi pubblicati per la Memoria di Sellerio (“Cosa resta di noi”, “La ragazza sbagliata” e “Come una famiglia”) ma, in realtà, la sua attività è iniziata nel 1997, quando con Il buio sotto la candela ha vinto il premio Nino Savarese, uno dei principali scrittori del ventennio Fascista.

Collabora con diverse testate giornalistiche nazionali ed ha avuto pubblicazioni anche all’estero.

Tra i premi vinti citiamo “Premio alla carriera Lama e Trama” e “Premio Letterario Chianti”.

Tra le sue attività segnaliamo quella per cinema e TV. Infatti, ha collaborato come soggettista e sceneggiatore alla serie TV RIS (quinta stagione), e alle tre stagioni di RIS Roma. Con Vittorino Testa ha scritto il TV movie “Luce del Nord” tratto dal suo libro omonimo e la serie TV “Nero a metà” con protagonista Claudio Amandola.

Assieme alla regista Wilma Labate ha scritto il soggetto del documentario “Arrivederci Saigon” presentato alla 75ª Mostra Internazionale del Cinema di Venezia.

Suona la chitarra nei Flying Circus, band di cover così chiamata in onore dei Monty Python e del suo repertorio assai eterogeneo di pop e rock e gioca per la Nazionale Italiana Scrittori con la maglia numero 6.

Francesco Arlanch

credit: YouTube EX Allievi – Salesiani Treviglio

Nato il 20 giugno 1975 a Romano di Lombardia, è sceneggiatore, autore o coautore di miniserie di coproduzioni internazionali.

Dopo la maturità Classica, si è laureato in Filosofia e successivamente ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Linguistica Applicata e Linguaggi della Comunicazione presso l’Università Cattolica di Milano.

Collabora come docente al Master in Scrittura e Produzione per la Fiction dell’Università Cattolica di Milano.

È l’autore di sceneggiature di diverse miniserie come: Sant’Agostino (2008), Paolo VI (2008), David Copperfield (2008), Chiara e Francesco (2007), Pompei (2007), Giovanni Paolo II (2006), San Pietro (2005) e di episodi di lunghe serialità (Don Matteo, Ho sposato uno sbirro, Il commissario Rex), di serie animate (Angel’s Friends, Josemaría, Il Signore delle Ombre), del film di animazione per il cinema (Karol).

In precedenza si è occupato, in qualità di story editor, dello sviluppo delle sceneggiature di miniserie televisive per Rai Uno (fra le altre, Augusto – Il primo Imperatore, Nerone, Don Bosco).

Ha recentemente pubblicato il volume Vite da Film, Il film biografico nel cinema di Hollywood e nella televisione italiana, Angeli, Milano 2008.

Dario Sardelli

credit: https://www.brindisireport.it/eventi/cultura/

Nato a Mesagne nel 1985, vive a San Vito dei Normanni.

Si è diplomato nel 2005, viene selezionato al Centro Sperimentale per la Cinematografia a Milano e poi, essendo sceneggiatore di “Un posto al Sole”, a 21 anni, si trasferisce a Napoli.

Successivamente, si sposta a Roma dove lavora come sceneggiatore e autore televisivo comico, collaborando con Sabina Guzzanti e Maurizio Crozza. Diventa autore senior con Serena Dandini.

Conseguita la Laurea in Scienze della Comunicazione, svolge contemporaneamente il mestiere di editor per una casa di produzione cinematografica. La lettura di centinaia di sceneggiature gli dà una formazione completa.

Da sempre ama scrivere e diventare scrittore cosa che ha realizzato con il suo primo libro “Il venditore di rose” pubblicato da Einaudi. Si tratta di un giallo, un genere che ama tanto, ambientato nel quartiere in cui abita, Tor Pignattara, fonte di ispirazione.

Fabrizio Lucherini

Sceneggiatore, Ricercatore e Vicedirettore dell’Osservatorio della fiction italiana. (Intervista FICTION DI PROTOTIPI)

Filmografia dal 2000:

2020 » Il Cinema non si Ferma: sceneggiatura
2019 » Pezzi Unici: soggetto, sceneggiatura
2012 » Presagi: soggetto, sceneggiatura

Viola Come Il Mare IL CAST COMPLETO. La Serie TV con Can Yaman e Francesca Chillemi

Can Yaman – Francesco Demir

credit: https://www.instagram.com/canyaman/

Nato a Sadiye Kadıköy, in provincia di Istanbul, l’8 novembre del 1989 sotto il segno dello Scorpione, è alto un metro e ottantatre centimetri e pesa all’incirca 100 chili, come mostrato da lui in una storia qualche tempo fa.

I suoi genitori, mamma Güldem (insegnante) e papà Güven Yaman (legale presso un’agenzia doganale), si sono separati quando lui era un bambino, ma entrambi sono molto presenti nella sua vita. E’ figlio unico.

Da bambino ha vissuto con il padre a Suadiye, un quartiere di Istanbul e proprio lì ha frequentato le scuole elementari e medie presso la Bilfen College e successivamente il liceo italiano privato che gli ha permesso non solo di conoscere e parlare perfettamente la nostra lingua ma di visitare il nostro paese più volte anche da studente. Il suo profitto era eccellente.

Successivamente ha frequentato la Yaditepe University a Istanbul laureandosi in Giurisprudenza nel 2012 e iniziato a lavorare presso uno studio fiscalista.

Durante gli studi universitari grazie a un bando internazionale, è rientrato nei 36 studenti più bravi della Turchia ed è andato a vivere per un periodo negli Stati Uniti.

A 24 anni entra in PricewaterhouseCoopers, la sua carriera va a gonfie vele, ma ben presto si rende conto che quella non è la sua strada.

Inizia a frequentare un corso di recitazione per l’uso del corpo e della voce nel business. Lì incontrerà i suoi attuali manager, Cüneyt Sayıl & İlker Bilgi, che lo seguono costantemente. Decide quindi di lasciare il lavoro presso lo studio legale, per intraprendere la carriera di attore.

Parla correttamente l’italiano, l’inglese e durante la quarantena ha studiato da autodidatta lo spagnolo.

Pratica costantemente sport, da quando era bambino. Ha praticato il calcio e ha giocato a basket nella squadra del Tekelsport (allora in Premier League).

Ad oggi ha preso parte a 6 Serie TV di successo: Gönül İşleri (2014), İnadına Aşk (2015), Hangimiz Sevmedik (2016), Bitter Sweet – Ingredienti d’amore (Dolunay) (2017), DayDreamer – Le ali del sogno (Erkenci Kuş) (2018-2019) e Mr. Wrong – Lezioni d’amore (Bay Yanlış) (2020).

Can Yaman in Italia

Da gennaio 2021 è stabile in Italia, a Roma, dove ha girato gli spot della pasta De Cecco insieme a Claudia Gerini, diretti da Ferzan Özpetek, preso parte a un cameo nell’ultima puntata di Che Dio Ci Aiuti 11, posato per Vanity Fair, diventato ambasciatore di una campagna promozionale per il turismo nella sua terra “Quando penso alla Turchia” e dulcis in fundo si sta allenando per interpretare Sandokan nel remake con Luca Argentero prodotto da Lux Vide.

Il 15 giugno 2021 nasce la sua associazione no profit “Can Yaman for Children etc.” con l’appoggio e il supporto del Policlinico Umberto I di Roma.

Francesca Chillemi – Viola Vitale

credit: https://www.instagram.com/francescachillemi___/

Attrice, ex modella e personaggio televisivo, nata il 25 luglio del 1985 a Barcellona Pozzo di Gotto (ME).

Inizia la carriera come modella tanto che, nel 2003, viene eletta Miss Italia cui seguirà la partecipazione alla quarta stagione della serie “Un Medico in Famiglia“.

Nel 2007 entra nel cast di “Carabinieri” e l’anno seguente in “Gente di Mare”.

Nel 2011 approda nel cast di “Che Dio ci Aiuti” nel ruolo di “Azzurra Leonardi” che tutt’oggi interpreta.

È stata anche protagonista dell’episodio “La luna di Carta” in Montalbano. Diverse le sue partecipazioni a trasmissioni televisive tra cui “Italia che Vai” e “I Raccomandati”.

Per il grande schermo ricordiamo: Freisbum, Cado dalle Nubi, Preferisco il Paradiso, Natale da chef, Una relazione.

Simpatica, ironica, bella e solare, Francesca Chillemi è la classica bellezza mediterranea. È legata all’imprenditore Stefano Rosso, figlio di Renzo Rosso, fondatore del marchio di moda Diesel. I due si sono conosciuti nel 2010 grazia ad un’amica in comune e dalla loro storia d’amore è nata nel 2016 la figlia Rania.

Curiosità:
  • Le piace cucinare, anche se preferisce optare per piatti semplici e veloci; in particolare prepara primi piatti e ama cucinare per la figlia.
  • La sua attrice preferita è Meryl Streep, il cui talento considera inavvicinabile.
  • Ha sempre avuto un forte legame con la nonna materna.
  • Vive con la sua famiglia a New York, dove il suo compagno gestisce la sua attività. Francesca Chillemi studia inglese e frequenta dei corsi di recitazione.

Nella vita ha il senso dell’umorismo che mostra nelle fiction? Sì, altrimenti non so come farei: sono una specie di Bridget Jones fa pasticci di continuo e viene notata quando non dovrebbe. (https://www.iodonna.it)

Viola Come Il Mare IL CAST COMPLETO. La Serie TV con Can Yaman e Francesca Chillemi

Simona Cavallari – Claudia

credit: https://www.instagram.com/simonacavallari/

Attrice italiana, nata a Roma il 5 aprile del 1972.

È cresciuta sotto l’attenta guida di mamma Rosa e papà Umberto e da bimba sognava di diventare psicologa o ballerina. Tuttavia, già all’età di 7 anni muove i primi passi verso il futuro nella recitazione quando viene notata per una pubblicità.

Ha studiato danza classica e, dopo le scuole medie, ha conseguito il diploma presso il Liceo classico “Virgilio” di Roma. Subito dopo, si è dedicata agli studi di recitazione.

Il suo esordio avviene da giovanissima, nel 1982, nel film Tv “Colomba” per poi approdare al cinema nel 1985 con un ruolo da protagonista in “Pizza Connecttion”.

Il ruolo che sicuramente la fa conoscere ai più è quello di Ester Rasi nel “La Piovra 4” del 1989, serie televisiva di grandissimo successo.

Numerose sono le sue interpretazioni sia per il cinema sia per la TV. Fa anche teatro, lavorando agli spettacoli “Domani notte a mezzanotte qui”, “Perpetua song” e “Nella città l’inferno”.

Dal 2009 al 2012 ha interpretato il vicequestore Claudia Mares in “Squadra antimafia- Palermo oggi” trasmessa su Canale 5.

In un’intervista del 2012 ha dichiarato che: “la gente ormai per strada non mi chiama Simona ma Mares. La sfida sarà riuscire a farla dimenticare, ma quello che potevo dare l’ho dato. Con questa nuova fiction ho chiuso il mio ciclo sociale. Piuttosto che fossilizzarmi in un personaggio, mi fermo”.

L’attrice è stata legata al cantautore Daniele Silvestri da cui ha avuto 2 figli e un terzo lo ha avuto dal compagno Roberto Libertini.

Mario Scerbo – Alex

credit: https://www.carolleviandcompany.it/portfolio/mario-scerbo/

Nato a Roma il 23 settembre del 1984, è un attore italiano laureato in “Psicologia Dinamica e Clinica per la Persona, le Organizzazioni e la Comunità” presso l’Università degli Studi di Roma “Sapienza”.

Si diploma come attore alla Libera Accademia dello Spettacolo di Roma e frequenta molteplici corsi di perfezionamento attoriale condotti da nomi noti tra cui Oreste Lionello.

Prende parte ai corsi estivi al Susan Batson Studio di New York e frequenta anche l’Accademia di Teatro e Cinema dell’Unione Europea.

Ha partecipato a diverse serie televisive tra cui “Don Matteo 13”, “ Provaci ancora prof. 7” e “Amore Criminale” solo per citarne alcune.

Nel cinema ha lavorato nella pellicola “Occhiali Neri” con la Regia di Dario Argento, “La Befana vien di notte” e “Ritornano i Prof.” e ha calcato le scene in diverse opere teatrali dove ha debuttato nel 2004 con “Sogno di una notte di mezza estate” e “Forza venite gente”.

Nel 2005 ha registrato la pubblicità della “Coca Cola”.

Chiara Tron – Tamara

credit: https://www.linkartsrl.com/scheda-artista-agenzia-linkart.php?id=214

Giovane attrice italiana nata a Roma nel 1993, si è formata presso il Laboratorio di Arti Sceniche di Massimiliano Bruno, l’Actors Academy del Teatro del Torrino, la Scuola Popolare di Musica di Testaccio e Tutto Musica.

Ha preso parte ad importanti serie televisive come “Don Matteo 13” e “Nero a metà”.

Ha molteplici esperienze professionali nel cinema e nel teatro ed ha preso parte allo spot per la “Promozione regione Ligura” con la regia Fausto Brizzi.

Si è cimentata anche nella regia con la commedia teatrale “Non è una piscina in giardino” di Antonio Amoruso.

Attrice e regista. Qual è la strada che stai percorrendo e che percorrerai in futuro?

Fino a quest’anno mi ero sempre considerata attrice e come tale mi sono formata. Vivendo sul palco però, e lavorando con persone capaci, ho avuto modo di assorbire davvero tanto e ho avuto la possibilità di mettere in pratica quanto imparato negli anni precedenti.

Con l’inizio del laboratorio di arti sceniche di Massimiliano Bruno ad esempio, sono stata chiamata a lavorare su più fronti come quelli della sceneggiatura e della regia in aggiunta al campo attoriale e questa “palestra” giornaliera mi ha aiutata tantissimo nella messa in scena di questa commedia in cui, se devo essere sincera, mi sono goduta di più la parte della regia …ho scoperto questo mondo nuovo che mi affascina molto.

Per il futuro non mi voglio limitare con lo scegliere tra l’una e l’altra strada perché sono due percorsi che mi piacciono molto e che possono darmi tanto perciò non voglio privarmene.

Viola Come Il Mare IL CAST COMPLETO. La Serie TV con Can Yaman e Francesca Chillemi

Ruben La Malfa – Carmelo

credit: https://www.instagram.com/ruben_la_malfa/

Performer, pianista e attore. Laureato in “sorriso e felicità”.

Siciliano, di Milazzo è nato nel 1992.

Finalista di Italia’s Got Talent 8, vi riportiamo qui la notizia del giornale online www.oggimilazzo.it.

Durante la puntata del programma si sono esibiti i ragazzi della Gypsy Musical Academy di Torino con il brano “This is me” tratto dal film musicale “The greatest showman”. Tra di loro Ilaria Anania (voce solista), 23 anni e Ruben La Malfa, 26 (corista e ballerino). Entrambi sono milazzesi (ex alunni del liceo scientifico Impallomeni) e frequentano l’Accademia piemontese ritenuta la miglior scuola professionale di canto, danza e recitazione a Torino.

«Abbiamo deciso di sfruttare questa opportunità in tv – spiega Ruben ad Oggi Milazzo – e scelto un pezzo che per noi ha un grande valore, ma soprattutto affronta un tema importantissimo: la diversità. Ci siamo presentati alle audizioni di Milano, al Teatro degli Arcimboldi, senza alcuna pretesa, con tanta emozione e il cuore pieno di ambizioni e sogni. Ci abbiamo messo l’anima e siamo contenti di essere riusciti a trasmettere questa emozione al pubblico e alla giuria che con una standing ovation ha incitato la giuria a premere il golden buzzer».

Entusiasta l’intera giuria composta da Claudio Bisio, Mara Maionchi, Federica Pellegrino e Frank Matano. A premere il golden buzzer è stato Bisio, trasportato dal pezzo che ha visto come voce solista Ilaria. «Anche io ho frequentato un’accademia – ha detto – e vedo gli stessi sguardi pieni di speranza di quando ero giovane».

Progetti lavorativi a cui ha preso parte:

“Viola come il mare”🎬
“Qui non si muore” 🎬
“El taipan” netflix 🎬
“Dumila passi” 🎬

Giovanni Nasta – Turi

credit: https://www.karascioconsulenzeartistiche.com/artisti/giovanni-nasta/

Data di nascita: 08 Febbraio 1999

Luogo di nascita: Roma

Formazione: Scuola di Recitazione Omnes Artes

Lingue: Inglese, Spagnolo

Dialetti: Romano; Siciliano; Toscano; Milanese; Pugliese; Emiliano; Napoletano

Altezza: 1,79

Occhi: Marroni

Capelli: Castani

Segni particolari: Per lui alla base della recitazione c’è l’osservazione, l’immaginazione e l’ascolto.

E’ curioso, va in giro con uno zaino pieno di quaderni su cui appunta idee, dettagli. E’ attento alle piccole cose, crede che siano quelle a fare la differenza.

Il teatro è il primo grande amore, il cinema è l’ambizione, il sogno nel cassetto e non nasconde che gli piacerebbe, un giorno, spostarsi dall’altra parte della camera.

Gli piace notare le particolarità delle persone e farne tesoro, tutto torna utile. Scrivere è la sua casa sull’ albero. Gli piace dire la sua. Lui e la sua compagnia, negli spettacoli che scrivono, cercano di mettere il loro punto di vista di “quasi adulti” e di come vedono il mondo che gli si offre davanti.

Si rifugia nelle storie, nei luoghi, nei personaggi con cui ride, piange e ogni tanto litiga, ma poi ci fa pace. E’ tremendamente spontaneo, lievemente logorroico e difficilmente di cattivo umore, che senso ha essere di cattivo umore, no?

Formazione

  • Scuola di recitazione “OMNES ARTES”
  • Compagnia Teatrale “Piccoli Per Caso”
  • Laboratorio di Arti Sceniche di Massimiliano Bruno.

Series

  • 2020 “CHE DIO CI AIUTI” regia di Francesco Vicario
  • 2020 “BUONGIORNO MAMMA!” regia di Giulio Manfredonia

Per approfondimenti sugli altri lavori a cui ha preso parte: karascioconsulenzeartistiche.com

Daniele Virzì – Rosario

credit: https://www.instagram.com/dany_virzi/

Si forma presso il Liceo Pedagogico dove di diploma nel 2011.

Successivamente, frequenta la Scuola “Buio In Sala Acting School” cui seguono il Corso Advanced di recitazione e arti performative presso “B.i.S. ACTING & PERFORMING ARTS SCHOOL” e il Corso di recitazione Cinematografica, “CENTRO SPERIMENTALE SICILIANO DI CINEMATOGRAFIA”.

Viola Come Il Mare IL CAST COMPLETO. La Serie TV con Can Yaman e Francesca Chillemi

Romano Reggiani – Raniero Sammartano

credit: https://www.fondazionecsc.it/attore/romano-reggiani/

Attore e musicista italiano, è nato a Bologna il 28 ottobre 1993.

Si diploma presso l’Istituto Tecnico Agrario “Serpieri” della sua città e viene ammesso al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma dove si diploma nel 2015.

La sua carriera inizia con diversi cortometraggi, di alcuni cura anche la regia, e piccole apparizioni.

Nel 2014 interpreta un ruolo da co-protagonista nel lungometraggio “Tempo instabile con probabili schiarite” cui seguono “Una grande famiglia”, “Tutti insieme all’improvviso” “1993”, “Scomparsa”, “L’amore strappato” “Vite in fuga” e “Mental”.

Nel 2016 registra il suo primo album discografico di musica folk: Time Is A Time, una collezione di pezzi inediti in lingua inglese ispirati allo stile statunitense degli anni sessanta. Promuove l’album esibendosi in vari concerti. Segue anche un singolo non tratto dall’album, No Hard Feelings.

Suona la chitarra, l’armonica, il mandolino e si diletta anche con il pianoforte.

È il regista del cortometraggio, in memoria del centenario della prima guerra mondiale, “L’addormentato nella valle”.

È nel cast del film “Lamborghini the Legend” di produzione statunitense.

Nel 2018, durante la 75esima edizione del Festival di Venezia, si aggiudica il Premio Kinéo “diamanti al cinema”, premio speciale “Giovani Promesse del Cinema e Dell’Audiovisivo”.

Alessia D’Anna – Fiorella

credit: http://mariavittoriagrimaudo.com/portfolio-items/danna-alessia/

Attrice italiana nata a Palermo nel 1985, si forma presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”.

Ha frequentato la scuola Romana di Circo, con specializzazione in danza aerea su tessuto e trapezio, la Eutheca, European Union Academy Theatre and Cinema, la Lamda, The London Academy of Music and Dramatic Art (Grade 8) e vari laboratori e workshops con Anatoly Vasiliev, Nikolaj Karpov, Remondi & Caporossi, Abani Biswas (danza indiana), Pierre Yves Massip (mimodramma), Nicoletta Vicentini (Commedia dell’Arte), Jacek Ludwig, Alessandro Pintus (Danza Butoh), Emma Dante e Pierpaolo Sepe.

Diverse le sue esperienze professionali: cinema “L’ora legale” regia di Ficarra e Picone, “Una sconfinata giovinezza” e “Il figlio più piccolo” regia di Pupi Avati; “Chi viene e chi va” regia di Carmelo Alù con la supervisione di Sergio Rubini (cortometraggio per il progetto “Fuorisede”).

Televisione: “Don Matteo 13”, “Blanca” “Skam 2”, “140 secondi”, “Ris Sicilia”, “REX XIV/ 6th season” “Superquark”, ep. “La bocca” (docufiction, Rai) “Superquark”, ep. “Insonnia” (docufiction, Rai).

In “Viola Come il Mare” regia di Francesco Vicario avrà il ruolo di Fiorella.

Teatro: “Officine Teatrali”, “Arlecchino on the road”, “Fuori sede” “Arianna”, “Christmas Carol”, “La Tempesta”, “Macbeth”, “Natale alla Maison” etc.

Spot Pubblicitari: 2015 “ACE – MILLEVOLTI”, testimonial (Acca Films) “Ferrero tronky” regia di Sidney Sibilla

ALTRO: Finalista premio Hystrio alla vocazione 2013

Davide Dolores – Dott. Pierangelo Aiello (neurologo che cura la protagonista)

credit: https://www.instagram.com/davidedolores/

Nato a Mazzara del Vallo 43 anni fa, è attore, cantante, musicista e attore di doppiaggio.

Si diploma nel 2009 al Corso Superiore per Attore di Prosa presso la Scuola di Teatro di Bologna “Galante Garrone” e nello stesso anno si classifica primo al Festival delle Arti di BolognaSezione Teatro.

Si perfeziona grazie a stages in Italia e negli USA (Stella Adler Studio – NY, Black Nexxus Studio – NY), e diversi seminari.

Il suo primo grande amore è il teatro: “Il palcoscenico è la mia vita”. Infatti, ha fatto la Commedia dell’Arte a Venezia, poi presso il teatro stabile veneto e una tournée di due anni con “Qualcuno volò sul nido del cuculo” diretto da Alessandro Gassman.

Nel 2015 debutta con “omu cani”, monologo scritto, diretto e interpretato da lui stesso, con cui viaggia in tutta l’Italia e gira lunghi e cortometraggi, fiction TV e pubblicità con diversi i registi.

Ha recitato al fianco di Luca Zingaretti, nella puntata intitolata “L’altro capo del filo” della fiction ‘Il commissario Montalbano’; inoltre ha preso parte a “Un passo dal cielo” e “Makari”.

Nel 2020 vince il contest per nuove drammaturgie PLAY! – Dizionario del silenzio indetto da Teatro Bresci.

Dal 2006 affianca all’attività di attore quella di regista e formatore teatrale, tenendo laboratori e seminari di recitazione in tutta Italia e specializzandosi in percorsi sul monologo e sulla psicotecnica teatrale. 

Nel 2020 ha conseguito il diploma di “Esperto in Educazione alla Teatralità” riconosciuto dal MIUR Direttiva 170/2016.

Dal 2017 lavora stabilmente in House 264 – Video Creation Factory di Milano come formatore aziendale e copywriter.

Viola Come Il Mare IL CAST COMPLETO. La Serie TV con Can Yaman e Francesca Chillemi

Kyshan Wilson – Farah

credit: https://www.karascioconsulenzeartistiche.com/artisti/kyshan-wilson/

Nasce a Londra il 7 ottobre 2003 ma a 11 anni si traferisce in Calabria con la famiglia.

Sin dall’infanzia ha mostrato una particolare attenzione per l’espressione artistica come pittura, ballo, cinema, musica e recitazione.

Le piace perdere il senso del tempo, e quasi il senso di sé, perché si sta completamente immersi nel processo di creare.

Col tempo è cambiata in modi infiniti, ma la passione di creare e l’amore per l’arte sono sempre rimasti elementi essenziali al cuore della sua persona. E’ ambiziosa, laboriosa e determinata.

Non ha paura di uscire dalla sua zona di comfort, e provare cose nuove; è sempre nella ricerca di cose stimolanti che la possano sfidare, per diventare la migliore versione di se stessa.

Considerando la sua giovane età , l’attrice anglo-italiana ha preso parte a diverse serie TV.

In “Mare fuori”, seconda stagione ricopre il ruolo di Kubra; inoltre è nel cast di “Sotto la luna di Amalfi”.

IN AGGIORNAMENTO…

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuti Protetti