BIOGRAFIA CAN YAMAN

SERIE TV CAN YAMAN

PREMI CAN YAMAN

Can Yaman a Cannes – MIPCOM 2019: Un Sogno che si Realizza!

Can Yaman a Cannes – MIPCOM 2019: Un Sogno che si Realizza!

Finalmente è mercoledì 16 ottobre 2019: ci incontriamo per la prima volta all’aeroporto di Nizza e lì aspettiamo l’arrivo del nostro idolo: Can Yaman proveniente da Roma con il volo della tarda mattinata.

L’emozione è tanta ed aumenta man mano che il fatidico incontro si avvicina. Siamo 10 persone,  massimo 15. Ogni tanto qualcuna si alza e controlla il monitor degli arrivi. Eccolo è atterrato.

Dopo pochi minuti si aprono le porte e lui, tra i primi a scendere, si palesa in tutta la sua bellezza.

All’inizio è quasi smarrito, non si aspettava nessuno ad attenderlo se non gli addetti al suo transfer, ma non ci nega né un saluto, né un sorriso, né un video.

Alcuni passanti ci chiedono chi sia e noi rispondiamo con garbo suggerendo loro di farsi una foto ed accettano il nostro consiglio.

Lo accompagniamo educatamente all’area ritiro bagagli e nell’attesa ci firma gli autografi scandendo bene il nostro nome per non sbagliare la dedica.

Una ragazza gli chiede di togliersi gli occhiali e lui, educatamente risponde, che è andato a letto tardi e si è dovuto alzare piuttosto presto.

Tra una foto e l’altra, è giunto il momento di andare, ci saluta e parte alla volta di Cannes.

Anche noi ci mettiamo in moto e raggiungiamo il nostro hotel. Un cambio veloce e via verso la Croisette nei pressi del suo hotel Hôtel Barrière Le Majestic Cannes.

Alle 17,30 in punto Can ed il suo produttore Faruk Turgut escono dall’hotel ed entrano al MIPCOM.

Can Yaman a Cannes – MIPCOM 2019: Un Sogno che si Realizza!

Il MIPCOM è una fiera che si tiene annualmente nella città francese di Cannes, nel mese di ottobre dura 4 giorni, la sede è il Palais de Festivals, il proprietario è organizzatore è Reed Midem.

Can è stato invitato a Cannes dalla Global Agency, che si occupa delle vendite internazionali di molte serie.

Hanno ideato un invito speciale per Can, un meet-and-great dedicato agli esperti del settore televisivo.

Can Yaman è arrivato allo stand della Global Agency al MIPCOM fresco di tour promozionale che ha visto folle urlanti assediarlo negli aeroporti e negli hotel in Italia e Grecia.

In tutti i territori in cui il suo nuovo lavoro “Daydreamer” è stato trasmesso è stato un successo.

In effetti, il miglior attore televisivo del 2019 (secondo E! News), ha due grandi spettacoli nella lista della Global Agency: “Non posso scegliere quale tra loro, sono come i miei figli!”, ha detto.

Nel primo film romantico con risvolti drammatici, Bitter Sweet, Can Yaman assume il ruolo di uomo d’affari pulito; mentre in Daydreamer, l’attore interpreta un fotografo spensierato e palestrato che è costretto a tornare a casa a Istanbul per occuparsi degli affari di suo padre malato solo per innamorarsi della sua dipendente sognatrice Sanem (interpretata dall’attrice e modella turca Demet Özdemir).

Debuttando nel 2018, Daydreamer, ha raddoppiato la quota del pubblico del suo canale turco e ora ha venduto ampiamente in Europa e Medio Oriente.

Al MIPCOM l’attore si mostra come in Daydreamer, irsuto e vestito come il suo personaggio, chiamato anche Can.

“È un personaggio originale in termini di stile “, ha detto Yaman, aggiungendo che codino, barba e stivali da cowboy sono diventati popolari in Turchia grazie al successo della fiction.

Ma nonostante l’aria anticonformista del personaggio, la popolarità del prodotto va oltre alla classica storia d’amore, al senso dell’umorismo e alla sceneggiatura intelligente e sfumata.

“È una vera e propria romcom, una storia d’amore del tipo che in questi giorni non si vede molto in TV”, ha detto. “Alla gente manca guardarli. Inoltre, è molto divertente, ti farà sorridere”.

[Testo tratto dalla Rivista MIPCOM 2019]

Nell’intervista in seno al MIPCOM, Can Yaman parla di Erkenci Kuş.

L’attore incarna un fotografo, molto atletico, dallo spirito libero, abituato agli spazi aperti anche in luoghi pericolosi.

Per ragioni familiari, è costretto a rientrare ad Istanbul dove prenderà le redini dell’azienda di famiglia. In essa lavora anche Sanem, di cui di innamorerà.

L’attore sottolinea che sul set regnava grandissima armonia e questo ha reso possibile tale successo, considerando che molte scene sono frutto di improvvisazione.

Durante il cocktail party, organizzato in suo onore, che si è tenuto sulla terrazza panoramica alle ore 18, Can ha potuto farsi conoscere e comunicare con i giornalisti sia in inglese che in italiano.

Intervista in diretta con Germán González di Cazamariposas

È un piacere intervistarti. Sei mai stato prima in Spagna?

Si, sono stato qualche tempo fa, da bambino a Barcellona per pochi giorni insieme ai miei genitori.

Verrai di nuovo in Spagna prossimamente?

Lo spero. Stiamo organizzando con i manager e l’agenzia. Bisogna organizzarlo bene ed io verrò con piacere.

È così emozionante parlare con te. Avresti mai immaginato questo successo, con tutta questa folla attorno a te?

È difficile spiegare come ci si sente ed è difficile da comprendere e credere per la Turchia.

Dedico molto tempo ai miei fan con foto perché non voglio deludere nessuno, li ascolto come fossero amici.

Come ti prepari ai personaggi, per il fisico e per l’interpretazione?

Ho praticato molto sport per Erkenci Kuş con Cross Fit e boxing. La cosa straordinaria dell’interpretazione è il feeling con Demet anche perché molto è improvvisato. Il successo va anche a tutto il team.

Quali sono le caratteristiche dei tuoi fan?

In cosa sono diversi i miei fan? In Italia sono molto caldi, passionali, ti circondano e non si fermano mai. Lo stesso a Beirut. Come sono in Spagna?

Gli spagnoli saranno molto meglio degli altri.

Quali sono i tuoi nuovi progetti?

Non c’è nulla di definito perché devo fare il militare. Ho diverse proposte. Dovrò comunque cambiare aspetto sia per il militare sia per il nuovo personaggio.

Intervista TVSerial.it

Ospite al MIPCOM 2019 di Cannes dove presentava Daydreamer (titolo internazionale scelto per la soap Erkenci Kuş), l’attore turco Can Yaman ha raccontato com’è cambiata la sua vita dopo il successo internazionale di Dolunay.

Cazamariposas intervista le fans di Can Yaman

Nell’attesa noi attendiamo Can all’esterno e ci divertiamo con le interviste del programma spagnolo Cazamariposas.

Andiamo anche a fotografare i cartelloni delle ultime due serie di Can “Dolunay” e “Daydreamer” e quello dedicato a lui come attore.

Al tramonto Can esce, e  sempre accompagnato dal produttore ci dice: “Seguitemi”. E noi ordinatamente eseguiamo.

Ci guida lungo la Croisette sotto il suo poster ci regala un’emozione pura: tantissime foto, video, battute, selfie senza stancarsi mai.

View this post on Instagram

Cannes, France 📍 @globalagency

A post shared by Can Yaman (@canyaman) on

C’è tantissimo traffico e noi siamo sullo spartitraffico: passa un’auto e dall’interno si sente un uomo gridare “Can Bay”; l’attore si gira e regala un caldo saluto.

Passa il tempo ed è ora di rientrare in hotel, Can ci saluta  e ci augura buonanotte: è stanco.

Siamo ancora lì davanti al suo hotel e ci ferma una signora americana, addetta ai lavori del MIPCOM, e ci chiede qualcosa di Can perché era rimasta basita dell’accoglienza riservata al bellissimo turco in seno all’evento.

Anche noi rientriamo perché, siamo molto stanche e la mattina dopo dobbiamo alzarci presto per andare a salutare Can prima del suo rientro in Turchia. Ciao Can, a presto!

2 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuti Protetti